La collina fiorentina è caratterizzata da un paesaggio costituito da oliveti, vigneti e seminativi interrotti sui versanti esposti a nord e sulle sommità dei poggi da boschi di querce o da pinete, uniti spesso a carpini, lecci e altre essenze tipiche mediterranee.

A partire dal primo medioevo in questo paesaggio si sono gradualmente inseriti prima piccoli centri, case da signore, case coloniche, successivamente ville signorili con case coloniche del periodo granducale con loggiati e torri-colombaia e in peoche recenti ancora ville con vasti parchi. Alti muretti a secco, tabernacoli e filari di cipressi presso chiese e cimiteri e lungo crinali e a fianco di stradelle vanno a completare quello che è il paesaggio che si incontro camminando sulle colline intorno alla città.

Il contado fiorentino è un perfetto esempio di simbiosi fra campagna e città, un armonico insieme che si è formato nei secoli per opera dell'essere umano sulla base di un ambiente essenzialmente rurale.

Diverse sono le possibilità di fare due passi fuori dalla città, a "prendere una boccata d'aria" e sono rivolte anche ai meno allenati per la facilità e il minor impegno. Facili e vicino alla città ma che permettono di scoprire ed osservare molte testimonianze artistiche e bellezze paesaggistiche ancora poco conosciute.


Accetto il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art.13 e l’art. 23 D.lgs. n. 196/2003.
Clicca qui maggiori informazioni
* Campi obbligatori


× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies Accetto